Lavorare sulla musica da Dj

Uno dei principali aspetti è quello di imparare ad usare i BPM delle canzoni. I battiti per minuto (BPM) di una canzone determineranno quanto sarà fluido o facile il mix con un’altra. Puoi calcolare i BPM contando tu stesso i battiti con un cronometro, ma è piuttosto noioso. Alcuni mixer e le miglior consolle dj hanno un contatore di BPM, mentre quasi tutti i software da DJ calcoleranno per te i BPM delle tracce; quel valore non sarà però preciso nel 100% dei casi, perciò ti sarà utile intuire da solo i BPM.

È possibile usare un modulatore di pitch (intonazione) per abbinare battiti, anche se è meglio scegliere due canzoni a BPM simili. Mixa le canzoni nelle parti che non contengono tracce vocali. Accelerare o rallentare un brano modifica la tonalità e altera le note. La maggior parte delle canzoni dance ha un’introduzione, nella quale è presente solo la musica, senza voci; lo stesso vale per la coda alla fine del pezzo. Mixare molto spesso si riduce a fondere l’introduzione di una canzone con la coda di quella precedente. Sapere quando iniziano queste parti fondamentali delle canzoni è d’importanza critica per mixare dal vivo.

La canzone successiva deve essere pronta mentre la prima sta finendo. Con una mano regola la velocità (sei BPM non corrispondono) e con l’altra muovi il crossfader (la leva che gestisce contemporaneamente i volumi dei piatti), in modo da ridurre il volume della canzone che sta per finire e aumentare quello della canzone che deve entrare.

Impara lo scratch. Per trovare il punto che ti serve in una canzone per fare lo scratch, possono essere utilizzate le consolle. Esistono diversi tipi di scratch che lavorano a livelli di tonalità diversa. Provali tutti prima di esibirti!

All’inizio è sempre bene fare cose semplici non è necessario complicarti la vita e cerca di mixare canzoni che hanno 3 BPM al massimo di differenza. Cerca di mixare canzoni che abbiano anche la stessa tonalità. Il software dovrebbe essere in grado di rilevarla. Quando avrai capito questa tecnica, comincia a sperimentare con il loop, poi passa alla funzione toggle e all’aggiunta di effetti.

Assicurati anche di provare sul tuo mixer metodi diversi. Quasi ogni effetto può essere utilizzato in più di un modo. Troverai sicuramente quello che preferisci: generalmente ne esiste uno molto “fai da te” e uno più automatizzato.

Lavorare sulla musica da Djultima modifica: 2016-03-15T21:51:13+00:00da capondj
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento